Articolo di Carlo A. Martigli – SMETTETE DI SCRIVERE

Smettete di scrivere e incominciate a leggere. Le case editrici sono piene di aspiranti scrittori che li sommergono di libri improponibili e peggio di proposte non seguite da fatti. Avrei un’idea, che ve ne pare? Interessante, potrebbe rispondere l’editore, sviluppala. Dopo sei mesi: ho migliorato l’idea. Bene, risponde ancora l’editore, sviluppala. Dopo altri sei mesi: ho un’altra idea ancora migliore della prima. L’editore finalmente tace e l’altro pensa: ah maledetto, mi ha illuso, ma non sa chi sono io.

Ormai tace da tempo, l’editore, e non legge nemmeno quelle poche, interessanti cose che potrebbero essere davvero pubblicate se il demone del narcisismo e della presunzione non avesse ormai riempito corridoi stanze cantine e solai di dattiloscritti mai letti. I più gentili (tra gli editori) rispondono: la ringraziamo ma la sua opera al momento non rientra nei nostri progetti editoriali. Vulgo non l’abbiamo letta, non abbiamo tempo. Questa è la verità, ancorché sia da sempre relativa. Mentre gli editori non gentili, qualunque cosa sia loro mandata, rispondono. Ci interessa ma avremmo bisogno di un contributo editoriale. Questo, sentitelo nell’aria, è l’odore della truffa, è il mago di Forlimpopoli che sfrutta la vedova che vuol parlare con il marito, lo gnocco cornuto che vuol recuperare l’amor perduto.

Ma se io sento il sacro fuoco che mi pervade, che mi fa scrivere pagine e pagine e pagine e che i lettori vicini (amici e cognati) dicono trattarsi di capolavoro, come devo fare per far sì che il mio inestinguibile talento possa essere reso pubblico? Rivolgetevi a un agente, chiamatene due, tre, quattro fino a che qualcuno risponde. Inviando loro, senza ingolfare le email, il piano dell’opera, lo stile na

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s